Ciao, Come posso aiutarti?

Peposo dell’Impruneta

UN SECONDO PIATTO A BASE DI CARNE

UNA DELIZIA PREPARATA NEL NOSTRO RISTORANTE

Hai sentito parlare del peposo dell’Impruneta e sei curioso di assaggiarlo? Non perdere questa delizia tutta fiorentina e vieni al Ristorante Lorenzo de’ Medici. Nel cuore di Firenze potrai gustare una delle pietanze più buone e antiche della nostra cucina.

Si tratta di una specialità la cui origine, si narra, risalga addirittura ai tempi del Brunelleschi. Il suo nome ha origine da uno degli ingredienti principali con cui è preparata, ovvero il pepe nero, e dal legame con il territorio.
Il peposo dell’Impruneta non è altro che un secondo piatto a base di carne tipico di Impruneta, paese delle colline fiorentine, famoso per essere la terra dell’impruneta, un’argilla da cui si ottengono terrecotte, mattoni e altri materiali in cotto. Sembra, infatti, siano stati proprio gli addetti alla cottura dei mattoni nelle fornaci – i cosiddetti fornacini – a creare questo piatto. In un angolo della fornace mettevano un tegame di coccio con tutti gli ingredienti: muscolo di manzo, pepe e pomodoro tutti affogati nel vino facendolo poi cuocere molto lentamente. Il risultato era davvero una delizia. E ancora oggi, al ristorante Lorenzo de’ Medici, è possibile gustare il peposo dell’Impruneta così come la tradizione lo ha tramandato.

Il migliore peposo dell’Impruneta che tu possa mangiare e gustare viene preparato dal Ristorante Pizzeria del Lorenzo de’ Medici. Un piatto unico e casalingo, di quelli che si fanno amare e che fanno tornare bambini, con una ricetta fatta con ingredienti genuini e dal sapore antico. E potrai scegliere di accompagnarla con uno dei nostri ottimi vini, tutti rigorosamente toscani, con uno dei nostri primi e infine con il dessert.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*